Tu sei qui: Home Approvato il bilancio consuntivo guardando al futuro

Approvato il bilancio consuntivo guardando al futuro

Il sindaco Limatola: “Gestione oculata, con mantenimento di servizi, abbassamento delle tariffe e nuove opportunità”

Roccastrada

“Il bilancio consuntivo conferma la gestione oculata delle risorse negli ultimi anni, la capacità del Comune di mantenere i servizi abbassando tasse e imposte comunali e l'avvio di nuove opportunità per cittadini e famiglie nonostante le difficoltà che hanno colpito gli enti locali e, in particolare, la nostra realtà. A questo si è unita una riorganizzazione della macchina amministrativa e una rinnovata sinergia con i territori limitrofi per dare ulteriore impulso e sviluppo a Roccastrada e alla Maremma”. E’ quanto afferma Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada commentando il bilancio consuntivo riferito al 2017 approvato dal consiglio comunale. 

Servizi, fra mantenimento e nuove opportunità. “Negli ultimi anni - continua Limatola - abbiamo sempre messo al primo posto il sociale e il buon livello dei servizi a domanda individuale, quali asilo nido, mensa e trasporto scolastico, mantenendo invariate le tariffe e l'attenzione alle fasce deboli. Inoltre, siamo riusciti a potenziare alcune opportunità per le famiglie: dai servizi per la prima infanzia, grazie alla gestione associata con Castiglione della Pescaia e alle risorse giunte dalla Regione Toscana, ai servizi estivi per i bambini fra 3 e 6 anni che, da questa estate e con la collaborazione del Coeso Sds, andranno ad affiancare l’esperienza consolidata delle attività estive per la fascia dai 6 ai 14 anni. Sul fronte dei tributi, siamo riusciti a mantenere invariate le tariffe e le agevolazioni per Imu e Tasi e le esenzioni per la Tari previste per diverse tipologie di utenze, per il progetto di cittadinanza attiva e per le adozioni dal canile comunale. La Tari è stata anche ridotta, grazie alla positiva raccolta differenziata registrata nel 2017 con la riorganizzazione della gestione dei rifiuti su tutto il territorio comunale. Risultati importanti e con un valore aggiunto di fronte alle risorse comunali straordinarie e impreviste che abbiamo dovuto reperire per far fronte alla chiusura della scuola di Ribolla e al conseguente trasferimento degli alunni prima a Roccastrada e poi nei moduli prefabbricati”. 

Urbanistica e opere pubbliche: fra presente e futuro. “Il lavoro dell’amministrazione comunale - aggiunge Limatola - ha guardato al presente ma, soprattutto, al futuro della nostra area, rivedendo gli strumenti urbanistici, a partire dal nuovo Piano Operativo. Questo andrà in adozione in consiglio comunale nei prossimi giorni e sarà oggetto di assemblee pubbliche su tutto il territorio. Presenteremo uno strumento attento allo sviluppo sostenibile e qualificato del territorio con uno snellimento della burocrazia, poche norme, semplici e chiare, e nessun vincolo comunale. Grazie alla riduzione dell’indebitamento dell’ente, inoltre, potremo portare avanti nuovi investimenti accedendo a mutui precedentemente bloccati per rispettare il Patto di Stabilità. Uno di questi ci consentirà di avviare, nel prossimo autunno, la riqualificazione della palazzina ex sede Enel dove sarà ospitata la caserma dei Carabinieri, che tornerà finalmente a Roccastrada, mentre un altro andrà a integrare le risorse in arrivo dalla Regione per il primo stralcio della nuova scuola a Ribolla. Altri interventi toccheranno Roccastrada e tutti i paesi: dalla riqualificazione di strade e strutture comunali alla manutenzione di strade ed edifici scolastici, dopo il sopralluogo che faremo nei prossimi giorni insieme all’ufficio tecnico per lavori da compiere durante la chiusura estiva delle scuole. Sostenibilità ambientale e attenzione alle esigenze e richieste delle comunità locali, ci porteranno a dare concretezza all'efficientamento energetico della scuola primaria di Sticciano e della palestra di Ribolla, al potenziamento del sistema di videosorveglianza a Sticciano Scalo e Sassofortino e ai lavori del terzo stralcio per il consolidamento della frana del Chiusone. Inoltre, abbiamo già richiesto alla Regione risorse per il quarto stralcio di questo intervento e per il secondo stralcio del consolidamento della frana al cimitero di Roccatederighi, mentre sono già stati aggiudicati i lavori per realizzare nuovi loculi a Ribolla”. 

Altre priorità guardando al prossimo futuro. “Nell’ultimo anno di questo mandato - aggiunge Limatola - continueremo a lavorare tenendo conto delle esigenze delle comunità locali e per promuovere una crescente semplificazione burocratica, sia con il Piano Operativo che andando sempre di più incontro alle imprese locali. Dopo aver azzerato la Tari per i primi due anni di attività per chi si insedia sul territorio roccastradino, stiamo cercando di favorire lo sviluppo dell'area del Madonnino con il nuovo regolamento approvato lo scorso dicembre, per cogliere le opportunità legate all'adesione del Comune di Roccastrada al Distretto rurale Toscana del Sud nato nei mesi scorsi. Altri settori che ci vedranno impegnati - conclude il primo cittadino roccastradino - saranno la tutela dell’ambiente, la promozione turistica e la partecipazione attiva, coinvolgendo in maniera crescente i cittadini e le associazioni, già partner preziosi per numerose attività culturali, sociali e di valorizzazione del nostro territorio, e potenziando gli strumenti di comunicazione già avviati grazie alle nuove tecnologie, fra cui il servizio di messaggistica in tempo reale 'Comune Vicino'. A questo si unirà anche la sinergia messa in piedi da pochi giorni con l’ambito territoriale Maremma Toscana - Area Nord che unisce otto Comuni in una nuova governance di sviluppo dell’area, compresa Roccastrada, che è pronta a fare la sua parte”.

Azioni sul documento