Tu sei qui: Home Il Territorio Borghi, castelli, chiese Chiese Chiesa di S. Martino a Roccatederighi

Chiesa di S. Martino a Roccatederighi

(a cura di Roberto Farinelli)

La chiesa di S. Martino è attestata sin dalla metà del X secolo, quando era legata alla "curticella" di Nossina di proprietà degli Aldobrandeschi. Successivamente, fondato il castello di Roccatederighi, la chiesa ne venne attratta. Alla metà del XIII secolo il centro castrese annoverava, accanto alla "ecclesia Sancti Martini" quella di S. Maria oggi scomparsa e ritenuta la più antica del paese, forse perchÈ collocata entro il cassero. La chiesa di S. Martino è invece collocata su uno sprone roccioso situato all'estremo opposto dell'abitato rispetto al cassero, ove, verosimilmente, aveva sede il primitivo castello. L'edificio religioso è riconducibile ad una tipologia "ad aula" con abside piatto e copertura lignea. Nella facciata si legge una lapide del 1489 che testimonia corposi interventi edilizi nel secondo quattrocento. Nella facciata, il semplice portale viene sovrastato da un oculo centrale, che si sovrappone ad un finestrone settecentesco tamponato.

All'interno si può apprezzare una Madonna col Bambino e S. Agostino nell'atto di sostenere il castello di Roccatederighi, pittura del XVI secolo di un artista senese, probabilmente allievo di Vincenzo Rustici, e uno stipi secenteschi con reliquiario a croce (databili 1817-1818) di un artista senese.

Azioni sul documento