Tu sei qui: Home Il Territorio Natura e aree protette L'Oasi Faunistica di Monte Leoni

L'Oasi Faunistica di Monte Leoni

In via di istituzione, l’oasi interessa i tre comuni di Roccastrada, Grosseto e Campagnatico. Zona eterogenea per flora e fauna, è caratterizzata da una bassa attività antropica, che si esplicita soprattutto nel governo del bosco (si pensi che il territorio di Roccastrada, e in particolare quello di Sticciano, hanno per secoli goduto di quegli speciali diritti di legnatico, che fanno parte di antichi privilegi rimasti in essere, oggi inquadrati nei cosiddetti “usi civici”, costituenti una fondamentale risorsa economica per gli abitanti della zona. La vegetazione si presenta con alberi e arbusti a foglie coriacee sempreverdi, sugherete di notevole interesse forestale, castagneti e con un fitto sottobosco che favorisce la crescita di funghi e piante come la pagna, l’edera, l’ipocisto, il pungitopo, la ginestra. La fauna è abbondante e varia negli invertebrati e interessante quella dei coleotteri e lepidotteri (soprattutto per il Callimorpha quadripunctaria); tra gli anfibi si segnala la Salamandrina dagli occhiali e tra i mammiferi il Gatto selvatico.

Azioni sul documento