Tu sei qui: Home Massimo impegno contro la chiusura di Banca Mps a Roccatederighi

Massimo impegno contro la chiusura di Banca Mps a Roccatederighi

Ieri sindaco e giunta hanno approvato una mozione e incontrato alcuni dirigenti della banca. L’atto rilancia la mozione presentata dal gruppo Pd in Consiglio regionale della Toscana

Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada

Il Comune di Roccastrada tiene alta l’attenzione sul futuro della filiale di Banca Mps a Roccatederighi. Nella giornata di ieri, giovedì 4 gennaio la giunta guidata dal sindaco Francesco Limatola ha approvato una mozione che rafforza l’impegno per scongiurare la chiusura della filiale e garantire la continuità del servizio di sportello bancario. L’atto rilancia i contenuti della mozione presentata nei giorni scorsi dal gruppo consiliare del Partito democratico nel Consiglio regionale della Toscana, con il capogruppo Leonardo Marras, a tutela dei diritti dei cittadini che vivono in zone interne e montane della regione e rischiano di perdere servizi essenziali con la riorganizzazione delle filiali dei principali istituti creditizi. Nella stessa giornata di ieri, il sindaco e gli assessori di Roccastrada hanno incontrato alcuni dirigenti di Banca Mps. 

L’impegno di Roccastrada per i diritti dei cittadini. “La mozione approvata dalla giunta - spiega Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada - impegna l’amministrazione comunale a muoversi in ogni sede e con ogni strumento a disposizione al fianco di cittadini, associazioni e attività economiche e produttive che rischiano di perdere l’unico servizio di sportello bancario per gli abitanti di Roccatederighi e Sassofortino. Sul nostro territorio è già stata chiusa la filiale di Banca Mps a Sticciano senza alcuna comunicazione preventiva, come sta accadendo adesso, e senza alcun margine di revisione. Stavolta - aggiunge Limatola - la questione è aggravata dal fatto che Roccatederighi e Sassofortino sono aree collinari distanti da altri centri urbani e questo è l’unico sportello bancario a servizio di una popolazione composta prevalentemente da anziani, con limitata autonomia di spostamento e non in grado di accedere, senza assistenza, ai nuovi strumenti tecnologici come pc, smartphone o tablet”. 

Attenzione ai territori marginali. “La tutela delle aree più periferiche e delle loro comunità - conclude Limatola - è un obiettivo per noi importante e in linea con la mozione presentata dal gruppo consiliare del Partito democratico che siede nel Consiglio regionale della Toscana e che ringrazio. Nell’incontro con i dirigenti di Banca Mps abbiamo ribadito la nostra forte preoccupazione e chiesto maggiore sensibilità verso un territorio e una comunità già fortemente penalizzati. L’attenzione del Comune di Roccastrada rimane alta e siamo pronti a sostenere ogni iniziativa per salvaguardare la presenza degli istituti di credito ed evitare il progressivo spopolamento e abbandono delle sue aree più periferiche, tutelando i diritti di tutti coloro che vogliono continuare a viverci”. 

Azioni sul documento