‘La miniera a memoria’: un mese di eventi per il 62° anniversario della tragedia di Ribolla

Il 4 maggio la giornata di commemorazione e fino al 31 maggio ricco cartellone di appuntamenti alla Porta del Parco con presentazioni di libri, proiezioni di documentari, mostre, laboratori teatrali e momenti di sport e socializzazione

Un mese di eventi per ricordare il 62esimo anniversario della tragedia mineraria che colpì Ribolla il 4 maggio 1954 con 43 vittime e per celebrare il passato produttivo del territorio e il suo tessuto sociale e culturale. Dal 4 al 31 maggio nella frazione di Roccastrada si rinnova l’appuntamento con ‘La miniera a memoria’, con un ricco cartellone di appuntamenti ospitati nell’ex cinema Porta del Parco di Ribolla e composto da presentazioni di libri, proiezioni di documentari, mostre, laboratori teatrali e momenti di sport e socializzazione con passeggiate ed escursioni aperte anche agli amici a ‘quattro zampe’. 

“La tragedia mineraria che colpì Ribolla il 4 maggio 1954 - afferma il sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola - è un evento che ha segnato per sempre tutto il nostro territorio. Ricordare e rendere omaggio alle 43 vittime è un nostro dovere, sia come istituzioni che come cittadini, e per non dimenticare è fondamentale coinvolgere in modo attivo tutta la comunità, a partire dalle scuole. Per questo motivo, negli ultimi anni abbiamo unito alla tradizionale giornata commemorativa tanti eventi collaterali che, grazie anche all’impegno delle nostre associazioni, propongono mostre, presentazioni di libri, spettacoli teatrali e altre iniziative culturali e di socializzazione capaci di tenere accesi i riflettori sulla nostra storia e su temi di grande attualità”. 

“Il ricco cartellone di eventi - aggiunge l’assessore alla cultura, Emiliano Rabazzi - vuole essere un valore aggiunto al ricordo di quello che è considerato l’evento più tragico della storia mineraria italiana ed è anche l’occasione per dare nuovo impulso al recupero della nostra memoria storica, elemento importante per una comunità e la sua crescita sociale e culturale. Ringrazio tutte le associazioni e i soggetti coinvolti, che ogni anno, insieme al Comune, danno vita e forza a queste iniziative e alla nostra identità territoriale”.

La giornata del 4 maggio, nel ricordo di 62 anni fa. ‘La miniera a memoria’ si aprirà mercoledì 4 maggio con il tradizionale e sentito omaggio alle 43 vittime della tragedia. La giornata di commemorazione prenderà il via alle ore 10 al Monumento al minatore, con la deposizione della corona, la benedizione e il saluto delle autorità istituzionali, del segretario generale del Sindacato europeo dei Pensionati, Carla Cantone e del vescovo di Grosseto, Rodolfo Cetoloni. L’omaggio continuerà, poi, con il contributo degli alunni della scuola secondaria di primo grado di Ribolla, con “Il senso della memoria e del ricordo”, e con una poesia in ottava rima intonata da un poeta dell’Associazione ‘Sergio Lampis’. Alle ore 11 sarà deposta una corona anche al Pozzo Camorra, luogo della tragedia, e al Monumento ai Minatori, prima della Santa Messa all’aperto e del pranzo sociale organizzato da Cgil e Auser presso gli impianti sportivi. Le celebrazioni riprenderanno alle ore 15.30 all’ex Cinema Porta del Parco con la presentazione del libro “Vasco”, di Andrea Luschi e la donazione di un locomotore elettrico - per linea decauville - datato Ribolla 1951. La giornata in omaggio al 4 maggio 1954 si chiuderà alle ore 16.30 con il documentario “I bambini della miniera” di Tommaso Santi. 

I primi appuntamenti. Il programma de ‘La miniera a memoria’ continuerà all’ex cinema Porta del Parco venerdì 6 maggio, alle ore 17, con la presentazione del libro “Anime sospese” di Clelia Pettini, che propone una raccolta di storie per narrare l’esodo dei nuovi migranti, mentre alle ore 21 sarà la volta dello spettacolo teatrale “La prova generale”, curato dalla Compagnia dell’Anello e con ricavato in favore della scuola di Ribolla. Domenica 8 maggio, invece, ci sarà spazio per lo sport, con la tradizionale corsa podistica trofeo “La Miniera a Memoria” lungo un percorso di 10 Km, con partenza alle ore 9.30 da Ribolla e inserita nel circuito “Corri nella Maremma”. Alla stessa ora partirà anche la “1° Walking Dog”, passeggiata amatoriale di 4 Km in compagnia dei propri cani, mentre il pomeriggio sarà dedicato ai più piccoli, con giochi e intrattenimenti insieme alle mamme di Ribolla a partire dalle ore 15.30 in Piazza della Paga. 

Eventi fino al 31 maggio. Il ricco cartellone de ‘La miniera a memoria’ andrà avanti fino al 31 maggio con numerosi appuntamenti che riprenderanno martedì 10 maggio, alle ore 17, con la presentazione agli operatori turistici e ai cittadini del percorso di valorizzazione dell’antica Via Clodia toccando anche il territorio roccastradino. All’iniziativa parteciperà anche il giornalista Rai Sandro Vannucci, che sta seguendo il progetto. 

Il programma continuerà, poi, con la Passeggiata narrativa nell’ex villaggio minerario tra storia e architettura (martedì 10 maggio, ore 15, con replica giovedì 26 maggio, ore 15.30); la presentazione delle ricerche storiche ‘Pozzo toscano’ e ‘Minatore di Massa’ a cura di Walter Scapigliati (venerdì 13 maggio, ore 16.30); il laboratorio teatrale nella casa circondariale di Massa Marittima con l’Associazione Culturale Sobborghi Onlus (venerdì 13 maggio, ore 21); il concerto di musica popolare ‘L’anarchico romantico’, a cura di Bube e i Mazzacani della soffitta con il coro ’Il 16 di Agosto’ (‘sabato 14 maggio, ore 21); la corsa ciclistica ‘Trofeo del donatore’ (domenica 15 maggio, ore 9.30) e la rassegna di Maggerini e Canti popolari ‘Ex Cernita’, con la Pro Loco di Ribolla e l’Associazione ‘Sergio Lampis’ (domenica 15 maggio, ore 15.30); la festa in piazza con tante iniziative sulla memoria ribollina con ‘C’era una volta un villaggio minerario…e…’ (lunedì 23 maggio, ore 14.30 in Piazza della Paga) e il percorso dei minatori da Montemassi a Ribolla ‘Cielo di stelle, cielo color del mare’ (venerdì 27 maggio, ore 17.30). 

Le presentazioni di libri e altri appuntamenti. Numerose anche le presentazioni di libri che animeranno il programma de ‘La miniera a memoria’ fino al 31 maggio, dando spazio alla storia locale e ad altri temi. Fra queste spiccano ‘Storia d’amore e di anarchia’ di Alessandro Angeli e dedicato al minatore Antonio Gamberi, a cui è intitolata anche la biblioteca comunale di Roccastrada (venerdì 20 maggio, ore 17); ‘Tracce’, a cura dei Carbonari Ribollini (venerdì 20 maggio, ore 21); ‘Il fuorigioco mi sta antipatico’, raccolta di scritti sul calcio di Luciano Bianciardi, in collaborazione con la Fondazione Bianciardi (sabato 21 maggio, ore 18). A chiudere gli appuntamenti letterari sarà la presentazione del libro sulla Maremma di Andrea Vellutini, intitolato ‘Dalla Provincia dei senza al paradosso di Zenone. Excursus sulla storia della Maremma Toscana’. 

Completeranno il cartellone la proiezione del filmato a cartoni animati ‘Memoire fossile’ (giovedì 12 maggio, ore 15.30); una lezione e una mostra sulla stratigrafia geologica con i lavori dei ragazzi della scuola primaria di Ribolla (martedì 17 maggio, ore 10 e 14.30); lo spettacolo musicale ‘Raccolta differenziata’ di Massimo Nasorri (giovedì 19 maggio, ore 21); la premiazione del VI Torneo commemorativo ‘La miniera a memoria’ organizzato dall’Asd Ribolla nei giorni 30 aprile, 7, 8, 15, 21, 29 maggio e 5 giugno (sabato 21 maggio, ore 19). A chiudere le celebrazioni, martedì 31 maggio, sarà una Gara di memoria, con i ragazzi delle seconde classi della scuola secondaria di primo grado di Ribolla (ore 11), e il concerto del gruppo Seconda Marea ‘Canzoni a Carburo memoria e mineria’ (ore 21), sostenuto dalla sezioni soci Est Maremma di Unicoop Tirreno. 

Informazioni. “La miniera a memoria” è promossa dal Comune di Roccastrada in collaborazione con Coeso SdS, Parco Tecnologico Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane, Provincia di Grosseto, Regione Toscana, Fondazione Bianciardi e la partecipazione di numerose associazioni locali. Per informazioni sui singoli eventi, è possibile contattare anche il Comune di Roccastrada al numero 0564-561229 oppure la Porta del Parco di Ribolla al numero 0564-578033.