“La storia della tigre” in scena per i ragazzi di Ribolla

Stamani, giovedì 10 marzo sul palco dell'ex cinema di Ribolla, Stefano Stefani ed Emanuele Bocci hanno portato in scena uno spettacolo tratto da un monologo di Dario Fo per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado. L'iniziativa è stata promossa da Comune di Roccastrada e Coeso SdS

Uno spettacolo tratto da un monologo di Dario Fo per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Ribolla. Lo ha portato in scena questa mattina, giovedì 10 marzo nell'ex cinema di Piazza della Libertà 3, l'associazione culturale Arts &Crafts, nell'ambito degli eventi per le scuole del territorio promossi dal Comune di Roccastrada e dal Coeso Società della Salute, attraverso la biblioteca comunale 'A. Gamberi'.

Stefano Stefani ed Emanuele Bocci hanno presentato “La storia della tigre e un'altra storia”, un recital brillante di teatro e musica, che trae ispirazione dalla “Storia della tigre” di Fo, monologo che parte da un'allegoria: nella tradizione cinese, infatti, “avere la tigre” significa avere forza di volontà e capacità di partecipare in prima persona per difendere la libertà e la giustizia. Nel suo monologo Fo racconta di un soldato cinese ferito a una gamba, che durante la lunga marcia viene abbandonato da sui compagni vicino a una grotta abitata da un tigre con la quale farà amicizia. Nel recital di Stefani e Bocci alla storia del soldato cinese si mischiano scenari urbani uniti a pezzi blues, scritti da Bocci, che danno una veste più attuale e moderna alla vicenda raccontata. Hanno assistito allo spettacolo circa 150 alunni dell'istituto comprensivo "Pietro Leopoldo di Lorena Granduca di Toscana".

Fonte: Ufficio Stampa Coeso Sds