Agevolazioni sulla Tari per chi adotta un cane dal canile comunale

Il sindaco, Francesco Limatola e l'assessore Emiliano Rabazzi: “Un'iniziativa che migliora il benessere degli animali e riduce i costi sociali ed economici del randagismo”

Una riduzione della Tari dal 50 al 70 per cento per chi accoglie a casa un cane del canile comunale. A pochi mesi dall’approvazione del regolamento in consiglio comunale, il Comune di Roccastrada rilancia un’iniziativa che sta raccogliendo adesioni e che si pone il duplice obiettivo di migliorare il benessere degli animali e ridurre i costi del randagismo a carico della comunità, sensibilizzando e incentivando i cittadini. 

“L’iniziativa - spiega il sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola - è nata per sensibilizzare i cittadini sulle conseguenze del randagismo, incentivando la nostra comunità all’adozione attraverso azioni concrete. Tra queste rientrano le agevolazioni sulla Tari che vanno dal 50 al 70 per cento. L’auspicio del Comune è che con questa iniziativa si possa arrivare a una riduzione delle spese di gestione del canile, ma, soprattutto, si possa contribuire fattivamente a offrire una vita migliore agli animali, fuori dalle gabbie e con persone che se ne prendono cura ogni giorno”. 

“In sette mesi, dall’approvazione del regolamento a oggi - aggiunge l’assessore all’ambiente, Emiliano Rabazzi - ci sono già state 11 adozioni su circa 72 cani ad oggi presenti nella struttura comunale. Fin dai prossimi giorni promuoveremo ulteriori iniziative per far conoscere le opportunità di questa iniziativa, coinvolgendo scuole e associazioni del territorio in una campagna di sensibilizzazione. L’adozione è gratuita e può essere fatta anche a distanza, mentre le agevolazioni sono legate soltanto a cani con età superiore a un anno. L’amministrazione comunale controllerà costantemente le adozioni effettuate, a tutela del cane e per evitare che qualcuno aderisca soltanto a fini speculativi e per accedere alle agevolazioni fiscali. Con queste caratteristiche, il nostro regolamento è stato salutato positivamente, nei mesi scorsi, anche dalla sezione LAV di Grosseto”. 

I requisiti richiesti. I cani possono essere adottati da cittadini privati in possesso dei requisiti richiesti, ovvero che siano in pari con il pagamento dei tributi comunali e non abbiano pene per delitti contro il sentimento degli animali. Le persone interessate possono fare richiesta di adozione al Comune che, dopo averla valutata, potrà dare l’autorizzazione ad adottare il cane e usufruire delle agevolazioni fiscali sulla Tari. 

Le agevolazioni Tari. Il regolamento prevede una riduzione fino del 70 per cento sulla Tari, con importo massimo fino a 500 euro, per l’adozione di un cane che è in custodia nel canile da almeno tre anni, e una riduzione del 50 per cento della Tari, ancora per un importo massimo di 500 euro, per l’adozione di un cane in custodia da almeno 180 giorni fino a un massimo di tre anni. Non sono previste agevolazioni per adozioni di cuccioli di età inferiore a un anno e la riduzione Tari, concessa per tutta la durata della vita del cane, non è cumulabile, né con altre adozioni né con altre iniziative che prevedono sconti sulla tassa. Il regolamento sull’adozione dei cani e le agevolazioni Tari può essere consultato su www.comune.roccastrada.gr.it, nella sezione “regolamenti comunali”.