IMU 2014 - Saldo.

Il prossimo 16 dicembre, scade il saldo IMU.

IMU - Imposta Municipale Unificata - 2014

 

Calcola la tua IMU  Calcola_IMU

 

INFORMAZIONI SALDO I.M.U. 2014

 

Il prossimo 16 dicembre 2014 scade il versamento della rata di saldo dell’IMU 2014.

 

La legge n. 147/2013 all’art. 1 comma 649 ha istituito l’Imposta Unica Comunale (IUC) composta dal tributo sui servizi (TASI) dalla tassa sui rifiuti (TARI) e dall’imposta municipale propria (IMU).

La stessa legge all’art. 1,  comma 703, stabilisce che “l’istituzione della IUC lascia salva la disciplina per l’ applicazione dell’IMU”.

La componente IMU, a decorrere dall’anno 2014, non si applica:

·        all'abitazione principale ed alle pertinenze della stessa, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;

·        alle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;

·        ai fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle Infrastrutture 22 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2008;

·        alla casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;

·        a un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze Armate e alle Forze di Polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di Polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica;

·        ai fabbricati rurali ad uso strumentale di cui al comma 8 dell’articolo 13 del Decreto Legge n. 201 del 2011;

·        ai fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.

·         L’unità immobiliare, e le relative pertinenze, posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che l’abitazione non risulti locata.

·        L’unità immobiliare, e le relative pertinenze, posseduta da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia,  a condizione che la stessa non risulti locata

 

SU COSA SI PAGA

Per tutti gli immobili non rientranti nelle casistiche precedenti (codice tributo 3918) e le aree fabbricabili (codice tributo 3916) l'imposta deve essere versata interamente al Comune.

Sugli immobili del gruppo catastale “D” (immobili produttivi) l’imposta deve essere

versata :

- la quota relativa all’aliquota base dello 0,76% a favore dello Stato (codice  tributo 3925);

- la quota relativa alla parte variabile dell’aliquota pari all’incremento dello  0,10% dell’aliquota base (riferimento aliquote 2012) a favore del Comune  (codice tributo 3930);

 

CASI PARTICOLARI PER L’ANNO 2014:

   -  Al momento nel  Comune di Roccastrada il versamento dell’IMU sui terreni agricoli è sospeso in attesa di maggiori istruzioni da parte del Governo.

La bozza di Decreto Interministeriale del 28.11.2014, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale,  rimodula l’applicazione dell’esenzione dall’IMU per i terreni montani. Si attende, comunque, l’ufficialità della pubblicazione del Decreto per conoscerne l’effettiva applicazione.  Il Comune di Roccastrada è inserito nella fascia, in base all’altitudine, tra 281 m e 600 metri s.l.m.. In tali comuni i terreni agricoli posseduti dai contribuenti che hanno la qualifica di Coltivatore Diretto ed IAP iscritti alla previdenza agricola sono esenti da IMU, coloro che non posseggono tale qualifica dovranno conguagliare l’intera imposta a dicembre 2014, in occasione del saldo. Il Decreto Interministeriale specifica che l’esenzione si estende ai casi di terreni concessi in affitto o in comodato a Coltivatori Diretti o IAP iscritti alla previdenza agricola.

-  Per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al  periodo dell’anno per il quale l’inagibilità sussiste, la base imponibile è ridotta del 50%.

   L’inagibilità o inabitabilità è accertata dall’ufficio tecnico comunale con perizia a carico del proprietario che allega idonea documentazione alla dichiarazione. In alternativa, il  contribuente ha  facoltà di presentare una autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000  che attesti la situazione di inagibilità/inabitabilità dell’immobile corredata da idonea  documentazione fotografica.

- Per le aree edificabili e per gli immobili oggetto di ristrutturazioni (lettere c), d) e) art. 3

  DPR 380/01 (Testo Unico dell’Edilizia) la base imponibile è costituita dal valore venale in comune commercio.

 

ALIQUOTE

Il Comune di Roccastrada ha stabilito con deliberazione consiliare n. 40 del 05/09/2014 le

seguenti aliquote comunali per L’imposta Municipale Propria (IMU) in vigore dall’1.1.2014:

 

1,06 %  - Aliquota ordinaria

0,60 % - Aliquota per abitazione principale (classificate in cat. A/1, A/8 ed A9) e relative pertinenze così come individuate dall’art. 13 comma 2 del D.L. n. 201/2011

0,86 % - Aliquota per unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o  disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

0,86 % - Aliquota per abitazioni locate, con contratto registrato,  ad un soggetto che vi   abbia posto la propria residenza.

0,86 % - Aliquota per immobili destinati (catastalmente) ad attività sportive, artigianali, commerciali,   industriali classificate nelle categorie catastali C/1, C/3, D con esclusione di quelle comprese nelle categ. A10 e D/5 per le quali si applica l’aliquota ordinaria.

0,86 % - Aliquota per le case date in comodato gratuito ad un parente linea retta e     collaterale entro il 2° grado.

 

Il Consiglio Comunale di Roccastrada ha stabilito la detrazione per l’abitazione principale classificata in categoria A/8 nella misura di € 200,00.

 

VALORE IMPONIBILE

Per i fabbricati il calcolo parte dalla rendita catastale aumentata del 5 %; al valore così ottenuto la legge dispone di applicare i nuovi seguenti moltiplicatori; sul valore finale ottenuto si determina l’imposta applicando le aliquote sopra indicate :

 

CLASSIFICAZIONE CATASTALE MOLTIPLICATORE

Gruppo catastale A (esclusi gli A10); C2, C6, C7 - 160

A10 - 80

Gruppo catastale B - 140

C1 - 55

C3, C4, C5 - 140

Gruppo catastale D (esclusi i D5) - 65

D5 - 80

 

COME PAGARE

- IN ITALIA

Con modello F24 disponibile negli uffici postali ed in banca, con bollettino postale IMU disponibile negli uffici postali .

 

- DALL'ESTERO

Tramite bonifico bancario a favore del Comune di Roccastrada sul conto corrente

della Banca MPS Spa – Roccastrada - IBAN - IT 95 S 01030 72350000000305241

BIC – PASCITM1G77 causale - IMU 2014

 

CODICI TRIBUTO

I codici da utilizzare sono :

Codice Comune di Roccastrada : H449

 

Codici Tributo :

3916 – IMU Aree fabbricabili - Comune

3918 – IMU per gli altri fabbricati - Comune

3925- IMU per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo D -Stato

3930- IMU per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo D –Incremento Comune

 

Per ogni approfondimento invitiamo a prendere contatto con l’Ufficio Tributi, chiamando al

telefono o, nei casi più complessi, prenotando un appuntamento. E’ possibile anche recarsi personalmente all’Ufficio Tributi, senza appuntamento, in orario di apertura.

I numeri da contattare, in orario di apertura al pubblico, sono 0564/561243 – 0564/561238.

- 0564/561226 oppure tramite posta elettronica all’indirizzo : ici@comune.roccastrada.gr.it

Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì ore 10,00 - 12,00; nei giorni di martedì e giovedì

anche il pomeriggio ore 15,15 – 17,45.

 

 

IMU 2013