IMU 2014 - Acconto.

Il prossimo 16 giugno, scade l'acconto dell'IMU

IMU - Imposta Municipale Unificata - 2014

 

Calcola la tua IMU  Calcola_IMU

 

L'Imposta Municipale Unica (I.M.U.), istituita con l’art. 13 del D.L. n. 201/2011, convertito in Legge n. 214 del 22 dicembre 2011, che a decorrere dal 1° gennaio 2012 è stata applicata “in via sperimentale ”, entra a regime dal 1 gennaio 2014.

L’articolato normativo recepisce, in parte, le numerose modifiche normative intervenute nel corso del 2013.

L’imposta IMU interessa i fabbricati, e le aree fabbricabili (nel Comune di Roccastrada i terreni agricoli sono esenti)

L’abitazione principale e le sue pertinenze (nel numero massimo di una per ciascuna categoria catastale C/2, C/6 e C/7) viene esclusa dal pagamento dell’Imu ad eccezione delle case di lusso iscritte al catasto fabbricati alle categorie A/1, A/8, A/9.

Sono altresì esclusi dal pagamento IMU i fabbricati rurali strumentali in possesso delle caratteristiche di cui al comma 3 bis art.9 del DL.557/93, quindi con iscrizione catastale in D/10 o con altra categoria, ma con l’annotazione di ruralità come fabbricato strumentale nelle annotazioni catastali.

Il D.L. 201/2011 ha modificato la base imponibile incrementando i coefficienti da applicare alla rendita catastale (da rivalutare preliminarmente del 5% per i fabbricati):

 

SI RICORDA CHE NEL COMUNE DI ROCCASTRADA I TERRENI AGRICOLI SONO ESCLUSI DALL’I.M.U.

 

Categorie catastali e moltiplicatore IMU 2014 da applicare alla rendita catastale rivalutata come  sopra indicato.

 

Cat. A - C/2 - C/6 - C/7 con esclusione di A/10 – moltiplicatore 160

Cat. B - moltiplicatore 140

Cat. C/3 - C/4 - C/5 - moltiplicatore 140

Cat. C/1 - moltiplicatore 55

Cat. A/10 - moltiplicatore 80

Cat. D/5 - moltiplicatore 80

Cat. D (con esclusione D/5) - moltiplicatore 65

 

Altre tipologie di immobili e Base imponibile I.M.U.

 

Terreno edificabile : Valore venale

Fabbricati di categoria D privi di rendita catastale interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati : Valore contabile

Fabbricato in corso di Ristrutturazione  : Area edificabile

 

Le modalità di pagamento dell’imposta prevedono anche nel 2014, ai sensi dell’art. 1, comma 380 lett. a) della legge 24.12.2012, n. 228, la soppressione della riserva allo Stato di cui al comma 11 dell’art. 13 D.L. n. 201/2011, convertito in Legge n. 214 del 22 dicembre 2011.

Tuttavia, lo stesso comma 380, lett. f) ha istituito la riserva allo Stato del gettito di IMU derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel Gruppo Catastale D, da calcolarsi ad aliquota standard del 7,6 per mille. Quindi, solo per la categoria D l’imposta Municipale deve essere versata, con riferimento all’aliquota del 7,6 per mille allo Stato mentre il restante 2,0 per mille resta di competenza comunale.

 

SCADENZA DI PAGAMENTO DELLA PRIMA RATA: LUNEDI’ 16 GIUGNO 2014 che deve essere effettuato utilizzando per il 2014 le stesse aliquote del 2013, in misura pari al 50% dell'importo annuale.

 

LA SCADENZA DI PAGAMENTO DEL SALDO E’: MARTEDI’ 16 DICEMBRE 2014. che deve essere effettuato utilizzando le aliquote  2014 che saranno successivamente deliberate.

Solo per gli enti non commerciali è previsto il versamento in tre rate, di cui le prime due in acconto, di importo pari ciascuna al 50 per cento dell'imposta dell'anno precedente, il 16 giugno e il 16 dicembre, e l'ultima, a saldo entro il 16 giugno dell'anno successivo.

 

IMU 2013