L'ex circolo Arci di Roccastrada riapre le sue porte e torna a svolgere una funzione sociale

A inaugurare la struttura il 10 settembre sarà il convegno "Garantire un futuro ai giovani", promosso dal Coeso e dal Comune. Appuntamento alle ore 16, seguito da altre iniziative ed eventi del 'Settembre Roccastradino'

I locali dell'ex circolo Arci di Roccastrada tornano in uso alla comunità grazie a un eccezionale impegno dell'amministrazione comunale. Dopo un investimento di oltre 400 mila euro - di cui 150 mila finanziati dall'Unione europea - e 12 mesi di lavoro, i locali di piazza Dante Alighieri, completamente ristrutturati, riaprono le loro porte per accogliere i giovani. A inaugurare la struttura saranno un pomeriggio e una serata di eventi che giovedì 10 settembre animeranno tutta la piazza coinvolgendo grandi e piccini. I locali dell'ex circolo saranno in parte utilizzati - con un contratto di comodato d'uso gratuito per il primo piano - dal Coeso, per interventi di animazione culturale, mentre il piano terra resterà in uso al Comune per progetti di agricoltura sociale.

La giornata, organizzata dal Coeso Società della Salute grossetana e dal Comune di Roccastrada, si articolerà in momenti di gioco e divertimento per bambini e ragazzi e momenti di riflessione e dibattito per capire come “Garantire un futuro ai giovani”. Ed è proprio questo il titolo del  convegno che sarà ospitato, a partire dalle ore 16, nei nuovi locali del centro di aggregazione e produzione culturale per ragazzi. Amministratori locali e cittadini, con l'aiuto di esperti e professionisti, rifletteranno sulla situazione demografica, economica e sociale del territorio, con un'attenzione particolare ai giovani, e proporranno una serie di azioni e attività per superare alcune forme di disagio. Il territorio di Roccastrada, infatti, è stato interessato recentemente da episodi di cronaca che hanno coinvolto alcuni adolescenti.

“Avviare le attività del nuovo centro con un convegno e una serie di azioni dedicate ai giovani ci sembrava il modo migliore per restituire questi locali alla comunità - spiega il sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola - Il vecchio circolo Arci è da sempre stato centro di ritrovo, animazione e crescita per generazioni di roccastradini ed è quello che desideriamo continui a essere dopo questo importante intervento di recupero. Per questo - continua il primo cittadino - il Comune ha deciso di investire importanti risorse nella ristrutturazione di questo immobile che, anche per la sua collocazione centrale, si presta bene a essere luogo di ritrovo per i nostri ragazzi”.

Al convegno, che seguirà i lavori della Giunta esecutiva della Società della Salute grossetana programmati per la mattinata al Museo della vite e del vino, prenderanno parte anche i sindaci della zona socio sanitaria. Le caratteristiche del disagio giovanile, infatti, sono spesso trasversali ai territori e le azioni e gli interventi proposti durante l'incontro potranno essere programmati anche negli altri comuni della zona.

Ecco, nel dettaglio, il programma di “Garantire un futuro ai giovani”: alle ore 16 taglio del nastro e inaugurazione del nuovo centro per ragazzi - il cui nome sarà scelto nei prossimi mesi proprio dai frequentatori - alla presenza degli amministratori e con i saluti del sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola e di Fabrizio Boldrini, direttore del Coeso Società della Salute. Alle ore 16.15 il convegno entrerà nel vivo con gli interventi su “Evoluzione demografica, economica e sociale di Roccastrada e delle sue frazioni”, a cura di Moreno Toigo (Simurg Ricerche); “Indicatori di disagio e capitale sociale della comunità", con Massimiliano Faraoni (Simurg Ricerche); “Le risposte dei servizi e loro andamento nel tempo”, con Giampaolo Tollapi, assistente sociale; “Stili di vita e condizione giovanile”, con Giuseppe Corlito, Acat; “Salute mentale come futuro bene comune”, con Giuseppe Cardamone, Asl 9 Grosseto; “Le azioni locali di welfare generativo”, con Valentina Mazzoni, assistente sociale; “Le attività del progetto Bart Simpson e i risultati della rilevazione”, con Francesca Pantalei, cooperativa Arcobaleno. A seguire, intorno alle ore 18.10, è previsto il dibattito e gli interventi programmati dei giovani e degli adulti, prima delle conclusioni a cura di Fabrizio Boldrini.

L'inaugurazione del centro intende essere anche un momento di festa: per questo, il convegno sarà affiancato dalla festa conclusiva del centro estivo “Spazio Ragazzi”. Nei mesi di luglio e agosto, infatti, sono stati 80 i bambini dai 6 ai 14 anni che hanno partecipato alle attività promosse dal Comune e dal Coeso, realizzate dalla cooperativa Arcobaleno. Ecco quindi che dalle ore 15.30 piazza Dante Alighieri ospiterà le aziende agricole che hanno collaborato alle attività estive, giochi della tradizione, tornei di ping-pong e calcio balilla, mentre alle ore 19.30 sarà la volta del dj set di Marcello Ciacci, in arte DJUMP. Alle ore 21 concluderà al giornata il concerto della Baro Drom Orkestar, con la loro musica esplosiva che unisce tradizione e innovazione, mischia musica armena, balcanina e pizzica salentina ed è stata definita da molti critici “power gipsy dance”. Gli appuntamenti rientrano nel programma del Settembre Roccastradino.

Fonte: Ufficio stampa COeSO - SdS Grosseto