Mostra La Rocca: tre giorni di arte, cultura e riflessione sul tema dei limiti e dei confini

Da venerdì 15 a domenica 17 luglio gli eventi collaterali tornano ad animare Roccatederighi insieme al percorso di arte contemporanea e altri allestimenti permanenti

Tre giorni dedicati a confini e limiti interpretati attraverso la musica, la danza, il teatro e la poesia, prima di una riflessione finale sulle migrazioni e il rapporto fra ideologie e culture oltre ogni pregiudizio. Sono quelli che animeranno da venerdì 15 a domenica 17 luglio Mostra La Rocca, la rassegna di arti e culture in corso a Roccatederighi fino al 24 luglio e dedicata, nella sua ottava edizione, al tema del limite sotto l’aspetto sociale, artistico e culturale oltre al tradizionale omaggio all'Anima loci, lo spirito dei luoghi. A caratterizzare la Mostra, come ogni anno, è il percorso di arte contemporanea che anima il borgo nel comune di Roccastrada per tutta la durata della rassegna insieme a numerosi eventi collaterali e che, quest’anno, comprende opere realizzate da diciassette artisti locali, italiani e stranieri sul tema del cubo, inteso come solido che definisce un interno, un esterno e i loro limiti. 

La tre giorni si aprirà venerdì 15 luglio, alle ore 21.30, nella chiesa di San Martino con ‘EuropArgentina: a spasso tra il XVII° e il XXI° secolo’, concerto del Laboratorio d’archi del Centro Diffusione Musica di Tivoli  organizzato in collaborazione con il Campus Torniella In Musica, in corso fino al 17 luglio e promosso dall’Associazione culturale ‘La Farandola’. La serata proporrà un ampio repertorio musicale di Bach, Vivaldi, Pachelbel, Piazzolla, Piovani e Webber e accenderà i riflettori sull’orchestra “Gli Archi del CDM” di Tivoli, un giovane progetto nato con l’obiettivo di realizzare un vero e proprio laboratorio didattico rivolto agli allievi di violino, viola, violoncello e contrabbasso attraverso un percorso che affronti sia le problematiche tecniche degli strumenti ad arco che quelle relative allo sviluppo della sensibilità musicale e stilistica con uno studio analitico dei brani proposti. 

Sabato 16 luglio, ancora alle 21.30, Piazzetta Senesi sarà la cornice di una performance che unirà teatro, danza contemporanea e poesia del Novecento interpretata in chiave musicale nello spettacolo ‘Umano, troppo umano’, in compagnia di Alessandro Certini, Patricia Bardi e Antonello Mendolia. Alessandro Certini è considerato uno dei più importanti e interessanti interpreti europei della nuova danza e presenterà il suo Autocritico, performance curiosa dedicata al gesto danzato e alla sua molteplice interpretazione dove, all’interno dei limiti del canovaccio, l’estemporaneità dell’improvvisazione permette di rendere urgente il delicato dialogo tra parola, movimento, musica e rapporto con il pubblico. Insieme a lui, la serata vedrà protagonisti Antonello Mendolia, che da anni conduce una ricerca sulla voce negli ambiti della parola poetica  in collaborazione con musicisti contemporanei, e Patricia Bardi, ricercatrice e docente di danza contemporanea, che interpreterà il senso profondo del limite attraverso il movimento frammentario del corpo nello spazio. Ad arricchire lo spettacolo sarà la musica dal vivo, con le elaborazioni sonore per lap-top curate da Spartaco Cortesi, musicista di punta nel panorama della musica contemporanea di ricerca.

A chiudere il weekend artistico e culturale di Mostra La Rocca, domenica 17 luglio, sarà il convegno ‘Confini e Limiti: culture, ideologie, migrazioni’, in programma alle ore 21.15 in Piazzetta Senesi e dedicato al rapporto fra migrazioni, ideologie e culture in una visione geopolitica scevra di pregiudizi in compagnia di ospiti di livello locale, nazionale e internazionale. L’appuntamento sarà moderato da Dino Messina, giornalista del Corriere della Sera, e vedrà la partecipazione di Fabrizio Boldrini, direttore del Coeso, Società della Salute dell’area socio sanitaria grossetana; Dario Fabbri, esperto di politica internazionale e redattore della rivista Limes; Christopher Hein, consigliere strategico del Consiglio italiano per i rifugiati, Cir, e docente all’Università LUISS di Roma e Federico Soda, direttore coordinamento per il Mediterraneo e capo ufficio Italia e Malta dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni, Oim - Iom. 

I prossimi appuntamenti e gli allestimenti permanenti. Mostra La Rocca tornerà ad animare Roccatederighi venerdì 22 e domenica 24 luglio prima di due eventi fuori rassegna fissati per sabato 30 e domenica 31 luglio. Per tutta la durata di Mostra La Rocca, inoltre, è possibile visitare tutti i giorni il percorso di arte contemporanea allestito lungo le vie del borgo e gli altri allestimenti permanenti, fra cui un percorso di mosaico; installazioni artistiche con tecniche miste; una mostra di pittura e l’esposizione delle migliori opere selezionate dalla giuria del Cubo Art Contest 2016 insieme a quella della vincitrice, Anna Benedetto. Fino a domenica 24 luglio, inoltre, sono previste visite guidate e gratuite alla mostra, per scoprire il borgo di Roccatederighi e il territorio maremmano in compagnia delle guide turistiche di Maremma in bici. 

Informazioni. Per conoscere nel dettaglio il programma di Mostra La Rocca 2016, è possibile consultare il sito www.mostralarocca.it, scrivere all’indirizzo e-mail info@mostralarocca.it oppure contattare il numero 0564-567244.