Nuova distribuzione delle deleghe in giunta per accompagnare la riorganizzazione dell’ente. Confermati tutti gli assessori

Il sindaco Limatola: “A lavoro su politiche sovracomunali e gestione associata di servizi per valorizzare e promuovere il territorio”

Una nuova distribuzione delle deleghe per rispondere alla riorganizzazione dei servizi e delle funzioni dell’ente, avviata anche in forma associata con altri Comuni dell’area. E’ quella varata dal sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola, che ha confermato tutti gli assessori della sua ‘squadra di governo’ ridefinendo alcuni ambiti di intervento.

Le nuove deleghe. A Chiara Mori, confermata nel ruolo di vicesindaco, vanno le deleghe a urbanistica, edilizia e progetto di valorizzazione e rilancio economico  dell’area industriale del Madonnino, mentre Bruno Medda si occuperà del ‘Piano della bellezza’, seguendo lavori pubblici e patrimonio, oltre alle deleghe che già deteneva su organizzazione, risorse umane e Polizia municipale. Confermate anche le deleghe per Sara Pericci, bilancio e politiche scolastiche e socio-sanitarie, e per Emiliano Rabazzi, politiche ambientali, politiche culturali, marketing territoriale e attività produttive, sport e associazionismo e il progetto ‘Comune Futuro: Roccastrada smart city e amministrazione condivisa’. Comunicazione istituzionale e politiche sovracomunali verranno seguite direttamente dal sindaco.

“La nuova distribuzione delle deleghe - afferma il sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola - accompagna e sostiene il percorso di riorganizzazione dell’ente, nel rispetto delle nostre linee programmatiche di mandato. All’interno di questo cammino, giocano un ruolo rilevante lo sviluppo di politiche sovracomunali e la gestione associata di servizi, su cui stiamo raggiungendo obiettivi importanti con i Comuni  di Cinigiano, Civitella Paganico e Campagnatico e raccogliendo anche l’interesse di altri Comuni su singole gestioni. Su queste basi, la centrale unica di committenza è già realtà operativa e presto lo saranno anche la gestione in forma associata del Suap, Sportello unico per le attività produttive, della tutela del vincolo idrogeologico e del servizio di Protezione civile”. 

“L’obiettivo primario - aggiunge Limatola - è quello di razionalizzare le risorse disponibili, sia economiche che umane, migliorare la qualità dei servizi rivolti ai cittadini e valorizzare le peculiarità del nostro territorio, contando su procedure più snelle e su un apparato più  funzionale e dinamico, in grado di rispondere al meglio alle esigenze attuali e alle sfide future che attendono il nostro territorio. Tra queste, una nuova pianificazione urbanistica, basata su semplificazione amministrativa e ridotto consumo di nuovo suolo; la riforma delle zone distretto sul fronte socio-sanitario; nuove gestioni associate e forme di sviluppo economico, puntando anche su finanziamenti europei a cui potremo accedere in maniera migliore con progetti di area sostenuti da un territorio compatto. Siamo un’amministrazione comunale impegnata a interpretare e a governare il cambiamento - conclude il primo cittadino di Roccastrada - e per questo motivo siamo convinti che i ‘ruoli’ all’interno di una squadra devono rispondere alla funzionalità rispetto a ciò che stiamo costruendo. Questo è lo spirito con cui abbiamo lavorato per costruire il presente e con cui guardiamo al futuro del nostro territorio”.