RIUNIONE IN PREFETTURA SULLE PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA CHIUSURA DELLA GALLERIA DI CASAL DI PARI SULLA E78 SGC “GROSSETO – FANO” (SENESE)

28 AGOSTO 2015: PRESSO LA PREFETTURA DI GROSSETO RIUNIONE SULLE PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA CHIUSURA DELLA GALLERIA DI CASAL DI PARI SULLA E78 SGC “GROSSETO – FANO” (LAVORI DI ADEGUAMENTO A QUATTRO CORSIE DELLA S.S. 223 “DI PAGANICO”) - SI RIPORTA IL COMUNICATO STAMPA DELLA STESSA PREFETTURA .

PREFETTURA DI GROSSETO

Ufficio Territoriale del Governo


COMUNICATO STAMPA

 

28 AGOSTO 2015: PRESSO LA PREFETTURA DI GROSSETO RIUNIONE SULLE PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA CHIUSURA DELLA GALLERIA DI CASAL DI PARI SULLA E78 SGC “GROSSETO – FANO” (LAVORI DI ADEGUAMENTO A QUATTRO CORSIE DELLA S.S. 223 “DI PAGANICO”)

Si è tenuta oggi presso la Prefettura di Grosseto, presieduta dal Viceprefetto Vicario dr. Luigi Manzo, una riunione per l’esame delle problematiche connesse alla temporanea chiusura della galleria insistente sulla E78 SGC “GROSSETO  - FANO” tra il Km. 30+040 e 41+600 della S.S. 223 “di Paganico”, interessato dai lavori di adeguamento a quattro corsie.

Alla riunione erano presenti, oltre ai Sindaci di Grosseto, Civitella Paganico, Campagnatico e Monticiano, i referenti della Prefettura di Siena, di ANAS, delle Amministrazioni provinciali di Grosseto e Siena,  del Comando Provinciale Carabinieri di Grosseto e della Polizia Stradale di Grosseto e Siena, della ASL 9, di TIEMME e di RFI.

La chiusura della galleria era stata già disposta prima degli eventi alluvionali che nelle giornate del 24 e 25 agosto scorso hanno interessato le province di Grosseto e Siena, ma con il verificarsi di tali eventi si è resa necessaria una più approfondita disamina della percorribilità degli itinerari alternativi già individuati e delle ripercussioni che i maggiori carichi di traffico potranno avere sugli stessi.

L’ANAS, in data di ieri, ha emesso un proprio provvedimento con il quale, disponendo l’interdizione della circolazione stradale sulla S.S. 223 “di Paganico” nel tratto della galleria di Casal di Pari, ha individuato gli itinerari alternativi per i mezzi leggeri e quelli pesanti, che – nel periodo di chiusura previsto fino al 24 novembre p.v., salvo proroghe  – dovranno essere utilizzati, e precisamente:

·        Deviazione obbligatoria per Siena per i veicoli leggeri con massa inferiore o uguale a 3,5t, per i veicoli di trasporto pubblico di linea e per i veicoli di soccorso, dallo svincolo di “Casal di pari” (Km. 38+000 circa della SS n. 223) fino allo svincolo di “Pari” (Km. 40+000 circa della SS n. 223);

·        Deviazione obbligatoria per Grosseto  per i veicoli leggeri con massa inferiore o uguale a 3,5t, per i veicoli di trasporto pubblico di linea e per i veicoli di soccorso, dallo svincolo di “Pari” (Km. 40+000 circa della SS n. 223) fino allo svincolo di “Casal di Pari” (Km. 38+000 circa della SS n. 223);

·        Deviazione obbligatoria per Siena per i veicoli pesanti con massa superiore a 3,5t, esclusi quelli adibiti per il trasporto pubblico locale e per il soccorso, dallo svincolo di “Civitella Marittima” (Km. 27+500 circa della E78 GR-SI) indirizzando tali veicoli verso Roccastrada prima e verso Monticiano poi;

·        Deviazione obbligatoria per Grosseto per i veicoli pesanti con massa superiore a 3,5t, esclusi quelli adibiti per il trasporto pubblico locale e per il soccorso, dall’intersezione a raso per “Monticiano” (Km. 49+000 circa della SS n. 223) indirizzando tali veicoli verso Monticiano prima e verso Roccastrada poi.

A conclusione dell’ampia discussione in cui sono stati valutati i molteplici aspetti conseguenti alla disposta chiusura, resi più disagevoli – come detto – dagli effetti negativi degli eventi alluvionali che hanno recentemente interessato proprio quella zona, e gli interventi necessari a limitare, in particolare nel prossimo fine settimana, in cui è ipotizzabile un carico di traffico maggiore attesa la concomitanza della fine del mese ed il rientro dalle vacanze estive, il disagio alla circolazione stradale, l’ANAS ha manifestato la propria disponibilità a concorrere nell’esecuzione dei necessari interventi di manutenzione che – a causa degli eventi alluvionali degli scorsi giorni - dovranno essere effettuati sugli individuati itinerari alternativi.

Verrà inoltre potenziato il dispositivo di vigilanza, a mezzo di adeguati presidi, sui punti di chiusura e relative deviazioni  verso i percorsi alternativi individuati e verrà apposta ulteriore segnaletica per indirizzare in maniera più puntuale gli automobilisti sugli stessi percorsi.

Si provvederà infine a dare la massima informazione sulle disposte deviazioni. A tal fine la Polizia Stradale provvederà ad effettuare specifiche comunicazioni alle associazioni di categoria degli autotrasportatori e, unitamente all’ANAS, terrà costanti contatti sia con il CCISS-Viaggiare informati che con Viabilità Italia.