Sabato 3 ottobre a Sticciano cena e raccolta fondi per il progetto “Fondo di solidarietà per Sticciano”

Prenotazioni aperte fino al 30 settembre per partecipare al progetto promosso dalle associazioni sticcianesi e realizzato con il sostegno del Coeso Società della Salute. In occasione della cena sarà sottoscritto anche il nuovo protocollo di intesa

Risorse economiche aggiuntive a disposizione del servizio sociale professionale, per finanziare interventi di sostegno ai cittadini che non rientrano nei livelli essenziali di assistenza: è questo l'obiettivo del progetto “Fondo di solidarietà per Sticciano”, ideato cinque anni fa da alcune associazioni del territorio e sostenuto dal Coeso Società della Salute.

L'idea è quella di promuovere una comunità che si auto sostiene: le risorse stanziate, infatti, provengono dalle associazioni e dai cittadini e sono raccolte anche attraverso eventi, come la quinta cena di solidarietà in programma sabato 3 ottobre, alle ore 19.30, alla struttura polivalente in Largo Associazioni di volontariato a Sticciano Scalo (15 euro a persona, prenotazioni entro il 30 settembre presso l' “Appalto” di Lorella Pizzinelli a Sticciano Scalo - telefono 0564-577202).

In occasione della cena, che ogni anno è organizzata per rendicontare e presentare ai cittadini le attività finanziate nell'anno precedente e raccogliere nuovi fondi, sarà rinnovato l'accordo di collaborazione tra le associazioni sticcianesi e il Coeso Società della Salute. 

La forza del “Fondo di solidarietà”, premiato anche dal Cral de Jure come miglior progetto di  sostegno, sta nel fatto che le associazioni coinvolte - Pro Loco, centro sociale, sezione Avis, Usi  Civici - si affidano alla competenza e alla valutazione dei professionisti della SdS grossetana e che il sistema di gestione e utilizzo del denaro raccolto è definito proprio dal protocollo di intesa, che sarà sottoscritto di nuovo nella cena di ottobre. La somma a disposizione, che per il 2015 è stata di 2 mila euro, è servita a finanziare interventi che, pur non rientrando in quelli garantiti per tutti i cittadini dell'area grossetana, sono ritenuti importanti dagli assistenti sociali per il mantenimento dell'autonomia e della dignità della persona.  Possono usufruire del fondo i cittadini residenti a Sticciano o iscritti alle associazioni promotrici del progetto, purché residenti nel comune di Roccastrada. 

Tra gli interventi finanziati nel corso dell'anno rientrano progetti di accompagnamento e assistenza domiciliare per anziani non autosufficienti, sostegno spese  scolastiche e pagamento di utenze di alcune  famiglie. Per i beneficiari è garantito l'anonimato, elemento molto importante soprattutto in una comunità piccola.

La  cena  di  sabato 3 ottobre, alla  quale  parteciperanno  i  rappresentanti  del  Comune,  del Coeso e delle associazioni coinvolte, intende raccogliere contributi per affrontare il 2016.

Fonte: Ufficio Stampa COeSO