Un calendario condiviso sul sito del Comune, per una promozione coordinata degli eventi

Lo strumento è stato presentato nei giorni scorsi durante l’incontro con le associazioni convocato dal Comune. Disponibile in home page, Eventi (Calendario)

Un calendario sul sito del Comune aperto all’inserimento degli appuntamenti promossi da tutte le associazioni del territorio. E’ questo lo strumento messo in campo dall’amministrazione comunale di Roccastrada per promuovere un programma coordinato degli eventi culturali, delle feste e delle sagre del 2016. L’iniziativa è stata presentata e condivisa durante l’incontro che si è svolto nei giorni scorsi a Sticciano Scalo, alla presenza dell’assessore alla cultura, Emiliano Rabazzi e delle associazioni attive nel capoluogo e in tutte le frazioni. 

“Il calendario coordinato e condiviso degli eventi - afferma l’assessore Emiliano Rabazzi - è già disponibile nella home page del sito istituzionale ed era un obiettivo che l’amministrazione comunale si era posta da tempo. Finalmente questo strumento vede concretezza, grazie alla collaborazione concreta di tutte le associazioni del nostro territorio, che potranno contare sul supporto del Comune anche sul fronte logistico e per il materiale promozionale. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato all’incontro per aver condiviso anche la necessità di una crescente attenzione verso l’aspetto eco attento delle nostre manifestazioni, valorizzando le nostre risorse principali, quali il paesaggio e l’ambiente, e replicando esperienze positive già promosse lo scorso anno con la Sagra degli Strozzapreti di Sticciano e il Settembre Roccastradino”.

“Sinergia e coordinamento - aggiunge il sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola - sono fondamentali per sostenere una buona promozione degli eventi e del territorio stesso, evitando sovrapposizioni e con benefici per gli stessi organizzatori. Per questo motivo, ringrazio anche io tutte le associazioni per la disponibilità e la collaborazione mostrate, confermando l’attenzione per una valorizzazione attenta e responsabile della nostra area e del suo ricco patrimonio ambientale, storico, culturale, sociale e di tradizioni da promuovere”.