Via libera dal consiglio comunale alla ricapitalizzazione di Far Maremma

Approvato l’impegno di circa 15 mila 850 euro a favore della società che gestisce risorse comunitarie per lo sviluppo economico e sociale del territorio provinciale grossetano

Via libera del consiglio comunale di Roccastrada alla ricapitalizzazione di Far Maremma S.c.a.r.l., la società a capitale misto pubblico-privato individuata dalla Regione Toscana come Gruppo di azione locale (GAL) e unico soggetto incaricato di gestire le risorse europee destinate allo sviluppo economico, sociale e culturale in arrivo sul territorio provinciale grossetano attraverso l’iniziativa comunitaria Leader. Per il Comune roccastradino, l’impegno deliberato nella seduta consiliare di oggi, venerdì 1 aprile ammonta a circa 15 mila 850 euro e andrà a coprire, attraverso risorse proprie derivanti dall’avanzo di amministrazione 2015, il rinnovo delle 11 quote societarie già appartenenti all’ente e l’eventuale acquisto di ulteriori 5 quote. 

“Grazie alla società Far Maremma e al suo ruolo come GAL nell’iniziativa comunitaria Leader - afferma il sindaco di Roccastrada, Francesco Limatola - finora sono arrivati in provincia di Grosseto circa 30 milioni di euro. Negli ultimi anni, e in particolare nel settennato di programmazione europea 2007-2013, gli investimenti attivati sul territorio provinciale sono stati pari a oltre 15 milioni di euro, grazie a contributi europei per circa 11 milioni e 600 mila euro erogati a enti pubblici e privati che fanno parte di Far Maremma. Risorse fondamentali per sostenere interventi di sviluppo economico e sociale che i Comuni non avrebbero potuto promuovere con le loro sole forze e risorse proprie. Per Roccastrada, l’impegno di Far Maremma si è tradotto in quasi 600 mila euro di contributi a supporto di iniziative e progetti con ricadute economiche e sociali sulla comunità locale”. 

“La ricapitalizzazione di Far Maremma - aggiunge Limatola - si è resa necessaria per far fronte a una situazione economica precaria ma transitoria, legata alle incertezze normative dei mesi scorsi sulla nuova programmazione comunitaria dell’iniziativa Leader 2014-2020. Questa situazione ha portato la società, lo scorso dicembre, ad approvare un nuovo Piano industriale pluriennale e ad avviare la revisione del capitale sociale. Oggi la situazione sembra più chiara e, grazie anche alla ricapitalizzazione in corso, Far Maremma potrà continuare a svolgere il ruolo indicato dalla Regione. L’impegno a favore del territorio grossetano - conclude Limatola - conterà su circa 10,5 milioni di euro stanziati dalla nuova programmazione europea e le risorse saranno a disposizione di soggetti privati ed enti pubblici, compreso il nostro Comune, per interventi e progetti a supporto del sistema economico locale e della sua crescita. Ringrazio il consiglio comunale per aver approvato l’aumento di capitale di Far Maremma, mostrando attenzione verso il ruolo svolto finora e sensibilità verso i posti di lavoro e il patrimonio umano e professionale formato e cresciuto negli anni”.