Tu sei qui: Home Settima edizione per 'I luoghi del tempo' (2, 3, 4, 11 e 17 giugno)

Settima edizione per 'I luoghi del tempo' (2, 3, 4, 11 e 17 giugno)

Si rinnova l'appuntamento con il Festival che unisce 'Suoni, Storie e Sapori in Maremma', con serate in luoghi suggestivi a Roccastrada, Castiglione della Pescaia, Montieri e Scarlino

Antonio Rezza, fra i protagonisti dell'appuntamento del 2 giugno nella Cripta di Giugnano (Roccastrada)

VII edizione de 'I luoghi del tempo', festival che sta riscuotendo un sempre crescente successo di pubblico grazie al suo format innovativo che valorizza luoghi inconsueti e poco noti della Maremma. Incontri con intellettuali, scrittori, artisti, attori, musicisti e giornalisti animano orizzonti e angoli suggestivi che fanno da scenario a passeggiate, concerti, reading, interviste: occasioni uniche per conoscere e vivere in modo significativo, grazie a una nuova modalità di fruizione, la ricchezza di un territorio straordinario.

I luoghi del tempo è nato nel settembre 2012 da una collaborazione tra rete Museale della Provincia di Grosseto, AdArte Spettacoli srl e Pro loco Follonica. È nella filosofia del progetto il desiderio di unire arte, teatro, narrazione, musica e prodotti tipici del territorio, in contesti inediti, ricchi di storia e di fascino. Luoghi carichi di bellezza che non vengono stravolti, ma animati da proposte che ne rispettano la delicatezza ambientale e artistica. Al tramonto, senza strutture o macchinerie che possano snaturarli, in questi paesaggi preziosi si apre all’ascolto un dialogo tra arte, storia, natura e sapori.

Luoghi poco conosciuti che vengono restituiti al tempo presente grazie anche a questo festival che propone grandi nomi del panorama nazionale e giovani artisti, incoraggiandone la collaborazione e favorendo il coinvolgimento di realtà locali. La complementarità dei vari generi è una caratteristica del Festival che unisce, spesso in una sola serata, narrazione, musica (classica, jazz, elettronica, popolare) e arte scenica; gli spettacoli sono in genere preceduti da incontri o passeggiate in compagnia di attori e scrittori che raccontano storie del territorio, recitano testi o condividono esperienze artistiche.

Il Festival nel corso degli anni ha ospitato: Paolo Poli, Giorgio Albertazzi, Sergio Staino, Federico Rampini, Moni Ovadia, Marco Baliani, Violante Placido, Franco Cardini, Daniela Morozzi, Enrico Fink, Giorgio Tirabassi, Paolo Sassanelli, Maurizio Geri, Massimo Carlotto, Ginevra di Marco, Ascanio Celestini, Theo Teardo, Peppe Voltarelli, Marco Vichi, Anna Meacci, David Riondino, Giuseppe Cederna, Dario Vergassola, Lorenzo Degl'Innocenti, Valentino Corvino, Tomaso Montanari, Achille Ochetto, Ricky Gianco, Rodolfo Lacquaniti e molti altri.

Durante le serate, in collaborazione con alcune aziende locali di eccellenza, sono organizzati assaggi di prodotti tipici, anch'essi parte integrante della cultura del territorio.

I luoghi visitati nelle passate edizioni - per citarne solo alcuni - sono scavi archeologici romani ed etruschi a Talamone, Vetulonia, Scansano, Sorano (Poggio Murella); siti di archeologia industriale come Terra Rossa di Scarlino, la miniera Marchi a Ravi (Gavorrano); monumenti medievali come le mura di Massa Marittima, le rovine di San Bruzio (Magliano in Toscana), Castello pisano di Buriano (Castiglione della Pescaia); il ghetto ebraico di Pitigliano, il Granaio Lorenese di Alberese, il sito archeologico etrusco in località Poggiotondo (Scarlino), la miniera di Niccioleta (Massa Marittima), il sito rupestre in località San Rocco (Sorano), Tenuta La Pescaia a Sticciano scalo e il Castello di Montemassi (Roccastrada), Puntone località Terrarossa (Scarlino), Casa Rossa Ximenes (Castiglione della Pescaia), il Giardino d'arte contemporanea Viaggio di Ritorno (Buriano) e molti altri.

'I luoghi del tempo' 2017 torna ad aprire l’estate. Stazioni di questo nuovo viaggio nella Maremma inconsueta sono: Cripta di Giugnano a Roccastrada, i luoghi di Italo Calvino a Castiglione della Pescaia, Parco Comunale di Montieri, Fonte del canalino a Scarlino.

Tra i protagonisti: Antonio Rezza, Flavia Mastrella, Stefano Ordini, Paolo Hendel, Briganti della Maremma, Guido Catalano, Tommaso Novi (Gatti Mézzi), Jacopo Fo, Enrico Fink.

Infine, un extrafestival alla Tenuta La Pescaia (località Sticciano scalo, Roccastrada): una serata speciale dedicata a Giorgio Albertazzi con Serena Autieri, Mariangela D’Abbraccio, Laura Marinoni, Ornella Vanoni, Musica da ripostiglio, Stefano ‘Cocco’ Cantini.

«Festival nomade nato con lo scopo di valorizzare luoghi poco conosciuti della provincia di Grosseto - afferma Lorenzo Luzzetti, direttore artistico - I luoghi del tempo coinvolge quest'anno i Comuni di Castiglione della Pescaia, Montieri, Roccastrada e Scarlino. In questi territori - in cui abbondano angoli suggestivi, ricchi di storia e "storie" – si incontrano musicisti, attori, scrittori, ricercatori, giornalisti, per conversare tranquillamente o condividere le emozioni delle varie narrazioni artistiche. All'insegna del tempo ritrovato, con frettolosa lentezza e con il minimo allestimento, al tramonto per non stravolgere l'equilibrio dei luoghi, si vuole ritrovare quella Maremma lontana dai clamori estivi e dalle folle di un turismo fin troppo invadente».

«Il festival I luoghi del tempo - aggiunge Emiliano Rabazzi, assessore alla cultura di Roccastrada e presidente della Rete delle Biblioteche e Archivi di Maremma - rappresenta, fin dalla prima edizione, un'occasione per riscoprire il territorio attraverso la cultura, la musica e soprattutto la sua storia. Gli appuntamenti in compagnia di artisti, scrittori e musicisti di livello ospitati in luoghi spesso rimasti nell'ombra e poco conosciuti anche dalle comunità locali, offrono infatti l'opportunità di riscoprire il patrimonio storico e artistico di un territorio ricco di fascino e di storia, oltre che di cultura e sapori enogastronomici da non perdere. La Rete delle Biblioteche e Archivi di Maremma ė lieta di essere ancora una volta tra i soggetti sostenitori del festival insieme ai Comuni di Scarlino, Castiglione della Pescaia, Montieri e Roccastrada e al Parco Nazionale delle Colline Metallifere. Non resta che augurare buon divertimento a tutto il pubblico che vorrà cogliere l'occasione di questa bella rassegna, sostenuta e patrocinata anche dalla Regione Toscana a ulteriore testimonianza del suo valore sociale e culturale».

«È con grande piacere - dice Arianna Picci, assessore alla cultura del Comune di Scarlino - che vi presentiamo la settima edizione dei I luoghi del tempo, più che un Festival, una vera esperienza, in collaborazione tra i Comuni di Scarlino, Castiglione della Pescaia, Roccastrada, Montieri, Parco Nazionale delle Colline Metallifere, Regione Toscana e Ad Arte Spettacoli. I protagonisti di questa esperienza saranno luoghi inediti, paesaggi incontaminati, emergenze storiche e culturali ancora poco conosciute. La compagnia, in questo viaggio di parole e suoni di grandi interpreti, oltre che dai sapori della nostra terra, renderà tutto ancora più suggestivo. Un invito a scoprire insieme questa parte di Maremma che rappresenta le nostre radici, una terra magica ma reale che ci auguriamo potrete conservare a lungo nei vostri ricordi e nel vostro cuore».

Per scoprire programma, protagonisti e luoghi, www.iluoghideltempo.it

 
Fonte: Ufficio Stampa Festival 'I luoghi del tempo'

Azioni sul documento